Day Six Log

Day 6, August 7, 1998

Author: Brent Rudmann

Activities:
Conditions: clear, with cold nor'easter. It was decided to brave one dive today.

 Today was performed one dive with the idea to take two rangers on tour. More work will be continued next year, hopefully. Two of the rangers participated in the dive, and brought up a loose brass/copper (?) 1/4 inch steam pipe, about 5 feet high. The reason for bringing up this piece was for the saving of it for historical analysis by the Park.

 Water today was choppy, with a chilly wind from the northeast. Beeker and John Foster led the dive, which lasted approximately 30 minutes.

 Four crews fished for abalone while the dive took place, with the intention to take the spoils home.

 The boats were taken in, cleaned and prepped for packing. A conference was held at Ft. Ross, to inform the rangers what the future might hold for the shipwreck site with their participation. The rangers were very amiable to the idea of the Pomona being a historic and protected site.

 Today thoughts of the ending of the project are in the minds of the crew. Stories are being told and re-told, and a camaraderie has developed amongst all the participants. Marianne is leaving today, though the crew is considering making her departure as delayed as possible.

Researcher Log: Hi everybody, Il mio nome e' Ivan Orlandini, l'unico italiano che ha preso parte al progetto "Pomona": Nave americana del 1888 affondata nel 1908 nelle acque di "Fort Roos". "Fort Roos" e' un villaggio situato 40 miglia a Nord di San Francisco ed e'stato costituito da pionieri russi.

225*33.5*16ft. (68*10*4.8m) sono le dimensioni originali della nave "Pomona"; al momento dell'impatto 85 persone erano a bordo e sembra non ci sia stata alcuna perdita.

Il progetto e' diretto dal Prof. Charles Beeker (direttore archeo-subacqueo dell' universita' dell' Indiana) e dal Prof. John W. Foster (archeologo dei parchi statali della California) che ho avuto la fortuna di conoscere nella Repubblica Dominicana dove erano occupati nello studio degli estinti indigeni "Taino".

Il giorno 1 agosto 98 arriviamo a "Fort Roos"; appartenenti al progetto di riceca sono 10 studenti dell' Indiana e California University, Rob(istruttore subacqueo responsabile della sicurezza durante le immersioni archeologiche), naturalmente I due professori e il sottoscritto.

Sistemiamo le nostre tende all'archeo-camp: campeggio "immerso" nel bosco che si affaccia all'oceano Pacifico. E' agosto ma la temperatura e'piuttosto r igida!

02 08 98
Prima immersione al relitto Pomona (ore 12:44 profondita'10m. Tempo d'immersine 28 minuti -temperatura in acqua 12^C.)

Ragazzi che freddo! Non sono proprio le immersioni che sono abituato a dirigere nella Rep. Dominicana o alle Maldive. Qui fa freddo, il "moroso"(specie di risacca) ti spinge contro ai massi o contro al relitto spigoloso e la visibilita' non supera I 5 metri. Il relitto pero' c'e' e nasconde diversi quesiti che dobbiamo risolvere nei prossimi 6 giorni. Pomeriggio: ci ritempriamo con una magnifica passeggiata nel bosco.

03 08 98
seconda immersione(ore 11:18/10m./33'/12^C.)

Con il mio compagno subacqueo Adam dobbiamo prendere le misure e coordinate del secondo boiler della nave; trattasi di una nave a vapore. Non ci sono difficolta' sostanziali. 04 08 98 terza immersione(ore 11:23/10m./43' /12^C.)

Con Adam dobbiamo misurare il boiler n^1. Ho anche tempo di ammirare la rigogliosa vita acquatica a ridosso del relitto: ci sono anche I leoni di mare!Stelle marine, nudibranchi(vermi)coloratissimi e I pesci, forse perche' pensano di essere ancora mimetizzati con le forme del relitto, si lasciano avvicinare a pochissimi centimetri. Il moroso e' molto forte e prendere le misure del boiler richiede piu' di qualche tentativo, gli studenti pero' sono buoni subacquei e nessuno si fa male. Emergiamo e troviamo la nebbia che immerge regolarmente la costa e I boschi californiani.

05 08 98
quarta immersione al relitto "Pomona" (ore 9:30 11m./36'/12^C.)

Ho la fortuna di seguire il prof. Charls Beeker, la risacca non e' ecessiva e il lavoro di misurazione procede piuttosto spedito. Troviamo la prua della nave inquanto il relitto ha perso decisamente la forma originale, gli ingranaggi pero' sono ancora ben distinguibili e durante l'immersione riceviamo una visita da un curioso leone di mare.

Pomeriggio 05 08 98: dopo un considerevole intervallo di superficie c'e' spazio per un momento ricreativo e ne aprofittiamo per andare a pesca di "Abaloni" (molluschi pregiatissimi della zon a muniti di conchiglia perlata)in apnea.Il parco e' gestito in modo intelligente e per pescare dobbiamo acquistare la licenza(circa 34 U.S.D.) E ogni apneista puo'pescare solo 4 "abaloni". In questo modo la popolazione subacquea dei molluschi e' sempre rigogliosissima. Sera: Un "ranger" mi insegna come si puliscono gli "abaloni".

06 08 98
quinta immersione(ore 11:58 10m./42'/11^C.) Si "tirano le somme" delle misurazioni e coreggiamo qualche angolazione dei repeti subacquei in relazione alla scheletro della nave (l'albero motore).

Ogni pomeriggio quando torniamo all' archeo-campeggio gli studenti mappano in bella copia quello che si e' misurato in acqua.
 
Solo 4 reperti sono stati asportati dal relitto come esempio promozionale per I tiristi e studiosi di archeologia: un piattino di ceramica; un mattone della fornace-vapore; un appendi-abiti; un tubo di spurgo lungo circa 1.5m della camera-vapore.

07 08 98
Presentazione ufficiale dello studio archeologico sulla nave "Pomona" al centro culturale di "FORT ROOS".

Pomeriggio: un'ultima immersione diretta sempre dai Prof. Beeker/Foster esclusivamente per I "Rangers" del parco statale che avranno il compito di accompagnare I subacquei interessati a visitare il relitto "Pomona".

Questi studenti hanno lavorato sodo,insieme abbiamo avuto 7 giorni molto stimolanti; i risultati ci sono e anche se non siete subacquei e vi trovate in California andate a "Fort Roos" e chidete informazioni ai "Rangers" sullo studio della nave "Pomona"... un'altro consiglio: assaggiate gli "abaloni"!

Ivan Orlandini
Istruttore subacquo "medic first aid" PADI
Universita' del turimo RIMINI